Brindisi a reti unificate

Napoli ha vissuto questo Natale senza le luminarie che rappresentano, per l’immaginario collettivo, quel tradizionale segnale urbano che contrassegna ogni  festività. In compenso la città ha continuato ad illuminarsi con i roghi che la gente, abbandonata alla sua rassegnata disperazione, appicca ai cumuli di spazzatura che stanno sommergendo interi quartieri e territori promanando zaffate di fetori nauseabondi ed effluvi di … Continua a leggere

CINA: avvocati chiedono di abolire la “rieducazione”. Ed i post comunisti all’italiana evitano il Dalai Lama.

Un gruppo di sessantanove avvocati ed esperti di legge cinesi ha chiesto l’abolizione del sistema di «detenzione per la rieducazione», che permette alla polizia di tenere un cittadino detenuto per tre anni senza che il caso venga portato davanti alla magistratura. In una lettera all’Assemblea Nazionale del Popolo (il Parlamento) i firmatari ricordano che il sistema è totalmente arbitrario, basato … Continua a leggere

Le ecoballe a piazza plebiscito ed il caso clemenceau

I siti di stoccaggio? A piazza del plebiscito.  Basta con il massacro ambientale delle periferie. Il caso clemenceau ed il silenzio dei verdi campani.  Con la scelta del sito di stoccaggio di Poggioreale da parte del Comune di Napoli, la gestione dell’emergenza rifiuti segna un decisivo salto di qualità. Con tale scelta si passa, infatti, dalla catastrofe al deliberato “massacro … Continua a leggere

Rivoluzione in Russia

I teatri sono affollati. Fëdor Šaljapin, una specie di Pavarotti dell’epoca, canta all’opera nel Don Carlos. Tamara Karsavina danza per la prima volta ne La bambola. Tra la gente a passeggio per le animate ma tranquille strade di Pietrogrado, un uomo prende il tram per raggiungere l’istituto Smol’nyj, quartier generale del Soviet ormai dominato dai bolscevichi. È travisato con una … Continua a leggere

Effetti collaterali

Spaventosa contraddizione: l’Italia, nel mentre registra uno dei più modesti livelli di crescita economica nell’Europa a 25 nazioni, si colloca, contemporaneamente, al primo posto nella Ue per lo spaventoso aumento dei flussi di immigrazione all’interno dei suoi confini. E’ quanto emerge dal rapporto sull’immigrazione della Caritas italiana e della fondazione migrantes. Gli immigrati regolari sono attualmente 3.700.000, una nazione nella … Continua a leggere

ENERGIA

Il prezzo del petrolio ha rotto gli argini Il prezzo dell’oro nero ha rotto gli argini e noi siamo allo stremo, da troppo tempo si parla di forme di energia alternativa, di sottrazione al giogo petroliero, di bilancia dei pagamenti e di inquinamento, ma fino ad ora nulla di concreto è stato fatto. Anni addietro quando fu presa la discutibile … Continua a leggere

25/10/2007 – EMIGRAZIONE INTERNA

Ogni anno sono 70.000 , in stragrande maggioranza giovani, le persone che dal sud-Italia si trasferiscono nel nod-Italia per sfuggire alla disoccupazione. Ma gli stipendi non bastano a coprire tutte le spese di permanenza e la voce più assorbente delle loro risorse economiche è il costo del canone di affitto dell’abitazione. Quasi in tutti i casi si rende indispensabile, per … Continua a leggere

STANNO PER OSCURARE INTERNET

Vogliono mettere un bavaglio alla libera informazione sul web, giustamente a che serve spendere tanto per controllare giornali e televisioni se poi in internet circola la libera informazione e i cittadini possono confrontarsi senza il filtro dei tradizionali mass-media( mezzi di controllo di massa), quindi il 12 ottobre il governo ha approvato e spedito per l’esame del parlamento il testo … Continua a leggere

FIOCCO ROSSO

È nato il  PD – Partito Democratico In uno scenario politico italiano dove impera il protagonismo finalizzato alla realizzazione del personale progetto politico anche a danno del progetto collettivo, una “fusione”, “fredda” o “calda” che sia , tra due Partiti, peraltro tra i più grandi per consenso ricevuto, non può che essere vista con soddisfazione e massima attenzione. Lo sforzo … Continua a leggere

Altro schiaffo all’Italia

Il Parlamento ha approvato la proposta di una nuova ripartizione dei seggi che riduce il numero totale degli eurodeputati da 785 a 750 e ridimensiona la delegazione italiana da 78 a 72. L’assemblea, in seduta plenaria, ha espresso 378 voti a favore, 154 contro e 109 astensioni. La redistribuzione è stata proposta dagli eurodeputati Alain Lamassoure ed Adrian Severin , … Continua a leggere