LEGGE ELETTORALE – Un gesto significativo

L’improvvisa, ma prevedibile, fine anticipata dell’esperimento governativo di Prodi porterà, molto probabilmente, ad elezioni primaverili, anche se i Partiti di centro-sinistra sostengono che con l’attuale legge elettorale si correrebbe il rischio di reiterata “ingovernabilità” e, pertanto è necessario un Governo di “larghe intese” che si occupi e risolva il problema delle “riforme istituzionali”. Solo dopo, alle urne.

Naturalmente c’è il fondato sospetto che tale motivazione tenti di nobilitare il tentativo di guadagnare tempo per recuperare quel consenso che le devastanti conseguenze di un’azione governativa ritorsiva e punitiva hanno fatto molto “dimagrire”.

Se proprio è solo nobile la causa di tale preoccupazione e se concretamente si vuol dare prova di abnegazione nei confronti dei diritti dei Cittadini, tutti i Partiti, ma proprio tutti, potrebbero accordarsi, consenziente il Capo dello Stato, nell’introduzione della preferenza in questa legge elettorale, e farlo in 48 ore.

 Non è molto, ma sarebbe un gesto significativo nella morale comune e produttivo di presenze nelle Camere di soggetti con un qualche merito, rispetto agli intrusi (parenti, fedelissimi, portaborse ecc.) che ancor oggi affollano Camera e Senato.

Emiddio Altamura CIVILTÀ MEDITERRANEA

www.cm-italia.eu

LEGGE ELETTORALE – Un gesto significativoultima modifica: 2008-01-30T10:36:00+01:00da insorgenza
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “LEGGE ELETTORALE – Un gesto significativo

  1. E’ chiaro che il gesto significativo invocato non ci sarà mai. Non c’è condivisione di sistema da preferire, perchè ognuno cerca di salvaguardare il proprio orticello elettorale ed un governo a termine, di scopo o come in qualsiasi altro modo lo vogliano chiamare nasconde solo il tentativo di recuperare tempo e voti nel solito modo, orchestrando una bella campagna di disinformazione. Ad ogni modo, se pure si andasse alle urne, il popolo italiano dovrebbe preferire chi lo ha ridotto sul lastrico, con una politica economica e fiscale da galera o chi ha consentito che quelli governassero, pur con una maggioranza fragile, allontanando opportunamente tre o quattro senatori ad ogni voto di fiducia? Credo che, nello sfacelo attuale, soprattutto del nostro SUD, le persone continueranno a votare sempre gli stessi che li hanno resi schiavi delle necessità più comuni. Diamoci perciò da fare con maggiore impegno e lavoriamo al risveglio delle coscienze perchè, nell’interesse delle nostre popolazioni si possa scegliere l’unica alternativa al degrado imperante. E sarà INSORGENZA!

I commenti sono chiusi.